ARTICOLI AGGIUNTI DI RECENTE

Tot. Articoli 0

ARTICOLI AGGIUNTI DI RECENTE

ARTICOLI AGGIUNTI DI RECENTE

Nessun articolo nel Carrello

Tot. Articoli 0

Totale: 0,00 €

ARTICOLI IN WISHLIST

Hai 0 articoli in lista

ARTICOLI IN WISHLIST

ARTICOLI IN WISHLIST

Nessun articolo nella Wishlist

Hai 0 articoli in lista

LA MOSTELLA TORRACCIA DEL PIANTAVIGNA CL.75

€ 13,49 (Iva inc.)
MOS
BOLLICINE E VINI
Condividi su:

INFORMAZIONI PRODOTTO


La Mostella Torraccia Del Piantavigna cl.75

VESPOLINA COLLINE NOVARESI D.O.C.
Informazioni tecniche

Produttore Torraccia del Piantavigna
Nazione Italia
Regione Piemonte
Zona di Produzione Ghemme (NO)
Vitigno 100% Vespolina
Annata 2017


 



















FORMATOcl. 75
ABBINAMENTOVINO GIOVANE CHE, VISTA LA SUA FORTE TANNICITÀ, SI ABBINA PERFETTAMENTE A CIBI GRASSI E SOPRATTUTTO SALAME E CARNI FREDDE.
GRADAZIONE12,5% vol
TEMPERATURA DI SERVIZIO15/16 °C





Le uve per La Mostella provengono dai vigneti collinari di Ghemme, dove Torraccia del Piantavigna possiede circa 5 ettari coltivati a Vespolina, una percentuale importante sul totale coltivato con questa rara varietà autoctona. La Vespolina ha caratteristiche tali per cui questo vino esprime il meglio di sè senza passaggi in botte.



SCHEDA ORGANOLETTICA:
Colore: 
rosso brillante Profumo: vinoso, con note leggermente balsamiche e speziate, con note di frutta rossa Sapore: fresco, equilibrato, molto tannico e pepato, con fondo gradevolmente amarognolo

CURIOSITA':
Quella di “Torraccia del Piantavigna” è una storia che risale ai primi anni ’50 del secolo scorso, quando Pierino Piantavigna mise a dimora un piccolo vigneto sulle colline di Ghemme, nei pressi del seicentesco castello di Cavenago. Il nome dell’azienda, coniato molti anni dopo e ispirato alla vita appassionata che Pierino ha speso tra i filari del suo vigneto, deriva dall’appellativo “Torraccia” dato a una collina, particolarmente cara al Piantavigna, di eccezionale esposizione e di forma quasi circolare che si trova poco a nord del castello di Cavenago. La presenza della vecchia torre del castello, una vera “torraccia” a causa del suo stato di abbandono, è altro motivo di ispirazione del nome aziendale.

Sarà Alessandro Francoli, presidente delle omonime Distillerie e nipote di Pierino, a creare nel 1997 quella che oggi è diventata un’azienda riconosciuta in Italia e all’estero per la qualità dei suoi vini, moderni ma assolutamente rispettosi delle tradizioni del territorio. Torraccia del Piantavigna è situata a Ghemme, nell’Alto Piemonte, ai piedi del Monte Rosa, una delle più emblematiche montagne italiane. Con una superficie di 38 ettari coltivata a vitigni autoctoni di grande tradizione come il Nebbiolo, la Vespolina e il Vitigno a bacca bianca come da Disciplinare di Produzione, l’azienda vinifica, affina e imbottiglia, direttamente nelle sue cantine, vini rossi, bianchi e rosati di grande qualità, tra i quali spiccano eccellenze come il Ghemme e il Gattinara D.O.C.G.

 

Powered by Passepartout